Mercoledì 21 Novembre 2018
 News  Archivio news  2018  Maggio  «Vi auguro un tempo di riposo e di stupore per le meraviglie del Creato» 
«Vi auguro un tempo di riposo e di stupore per le meraviglie del Creato»   versione testuale
Messaggio del Cardinale Sepe ai turisti

Cari Amici, è una tradizione che si rinnova ormai da molti anni quella della lettera di saluto ai turisti da parte del Vescovo, che testimonia la cura che la Chiesa di Napoli desidera mostrare verso tutti coloro che scelgono di trascorrere un periodo di riposo e di ferie nelle località del nostro territorio, ricco di arte, cultura e vita.
La bellezza della nostra Diocesi è segnata e autenticata dai grandi testimoni della fede cristiana: i santi che, in numero considerevole, hanno manifestato, in questa nostra terra, la perenne validità del messaggio di Gesù di Nazareth.
Il tempo delle ferie è tempo propizio per il riposo del corpo, dono tanto prezioso, cui dobbiamo il necessario rispetto; è tempo adatto a rinfrancare la mente e permettere ad essa dì riacquistare una serenità che è spesso compromessa dalle preoccupazioni e dai ritmi incalzanti della vita quotidiana.
La terra, dove siete venuti a trascorrere le vostre ferie, possiede un sano carattere di familiarità che troverete, in forme diverse, nelle persone che incontrerete e nei luoghi che visiterete.
Mi auguro che, accanto al necessario riposo fisico, possiate trovare anche l'occasione e lo spazio per la cura della vostra interiorità, il tempo per la preghiera, per una buona lettura, per la riflessione e lo stupore davanti alle meraviglie del creato che, attraverso la sua bellezza, ci riconduce al Creatore.
Vi aspetto il 15 agosto in Cattedrale, alle h. 11.00, per partecipare alla Messa internazionale che presiederò in onore della Madonna Assunta e che sarà l'occasione per salutare personalmente ciascuno di voi; per ora, Vi auguro una serena permanenza e Vi affido a Maria, Madre del Signore Gesù: per Sua intercessione scenda su di voi la benedizione di Dio, che manda il suo Spirito a rinnovare la terra e i nostri cuori.
stampa