Martedì 18 Settembre 2018
 News  Archivio news  2018  Settembre  Salve, o potente governatore della città, salve, o Gennaro 
Salve, o potente governatore della città, salve, o Gennaro   versione testuale
Il programma delle celebrazioni in Cattedrale per la Solennità di San Gennaro

Iniziano martedì 18 settembre i Riti Solenni per la festività di San Gennaro, Patrono di Napoli e della Campania. Alle ore 16.30, nei pressi della Chiesa delle Sacramentine in Via Duomo, dove ha sede il Comitato diocesano San Gennaro, presieduto dal dott. Carminantonio Esposito, l’Assistente Spirituale del Comitato, mons. Antonio Tredicini, Canonico della Cattedrale, accoglierà S.E. Mons. Francesco Marino, Vescovo di Nola, Diocesi che quest’anno offre l’olio per la lampada votiva, nonché i Sindaci e i fedeli di quel territorio. Tutti si porteranno in Piazza Filangieri per il tradizionale omaggio ai Caduti e successivamente nella Chiesa di San Giorgio Maggiore, in via Duomo angolo Forcella, da dove, in processione, raggiungeranno la Cattedrale.
Nella Chiesa Cattedrale, alle ore 18.00, avrà luogo il Rito Vigiliare della Celebrazione dei Primi Vespri, presieduta dal Cardinale Crescenzio Sepe. Il Vescovo Mons. Francesco Marino terrà l’omelia. Terminati i Vespri, dopo la venerazione delle reliquie del Santo Martire Gennaro nella Cripta, tre staffette di tedofori del Centro Sportivo Italiano, provenienti dal Santuario di San Gennaro alla Solfatara, dalle Catacombe di San Gennaro e dalla Chiesa di San Gennaro ad Antignano, procederanno all’accensione della lampada votiva sul sagrato del Duomo.
Mercoledì 19 settembre, Solennità di San Gennaro. Dopo la celebrazione della prima Messa alle ore 8,00, un Prelato della Cappella del Tesoro procederà alla Lettura della Passione di San Gennaro e, successivamente, alle ore 9.45, il Cardinale Crescenzio Sepe si recherà nella Cappella del Santo, dove, con l’ausilio dell’Abate mons. Vincenzo de Gregorio, del Sindaco De Magistris e del Vice Presidente della Deputazione Carafa,  provvederà  all’apertura della cassaforte che contiene il Reliquiario con le ampolle del Sangue. Successivamente le ampolle ed il busto saranno portate in processione sull’altare maggiore della Cattedrale dove il Cardinale presiederà la Solenne Concelebrazione Eucaristica e, al termine, se avverrà l’auspicata liquefazione del Sangue del Martire, darà l’annuncio del prodigioso evento.
Dalle ore 16 alle ore 18.30  le ampolle con il Sangue verranno offerte alla venerazione dei fedeli. Alle ore 18.30, Celebrazione Eucaristica presieduta da un Vescovo Ausiliare di Napoli.
Da giovedì 20 al 27 settembre, si svolgerà l’Ottavario di Ringraziamento: alle ore 9.00 esposizione delle Sacre Reliquie e Celebrazione Eucaristica nella Cappella del Santo. Dalle ore 9.30 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 18.30, in Cattedrale, venerazione delle Reliquie e Celebrazione delle Sante Messe alle ore 10.00, 12.00 e 18.30.
 
I giornalisti e i foto-cineoperatori
sono pregati di attenersi alle norme qui riportate

 
Mercoledì 19 settembre, alle ore 8.45, la Liturgia della Solennità di San Gennaro avrà inizio, sull’Altare Maggiore del Duomo, con la Lettura della Passione del Martire. Alle ore 9.45 il Cardinale Arcivescovo si recherà nella Cappella del Tesoro dove procederà all’apertura della cassaforte. Le ampolle ed il busto del Santo verranno portate sull’altare maggiore della Cattedrale per la Solenne Concelebrazione Eucaristica, che avrà inizio alle ore 10.00.
I giornalisti e i foto-cineoperatori, se interessati (uno per testata), potranno trovare posto, all’interno della Cappella di San Gennaro, dietro la balaustra posta sul lato sinistro, previa richiesta alla Deputazione di San Gennaro (081.294764). è evidente che l’ingresso in Cappella sarà consentito fino alle 9.30, poiché durante la preghiera e la processione non sarà assolutamente possibile la libera deambulazione. Dopo che il Cardinale Arcivescovo, con il corteo processionale, avrà raggiunto l’Altare Maggiore del Duomo, i foto-cineoperatori (uno per testata), percorrendo la navata di destra del Duomo, potranno portarsi sulla tribuna allestita davanti all’altare maggiore, dove troveranno posto per la loro attività professionale.
Anche i foto-cineoperatori legati a produzioni televisive e cinematografiche di approfondimento prenderanno posto sull’apposita tribuna, dove non sarà consentito l’uso di cavalletti e stativi. Non sarà assolutamente consentito l’allestimento di set televisivi e/o cinematografici all’interno della Chiesa Cattedrale e della Cappella, né sulla tribuna. Ogni adempimento burocratico, relativo a esigenze logistiche, tecniche ed operative esterne alla Cattedrale dovrà trovare autorizzazione e approvazione, a cura delle testate interessate, nelle competenti sedi istituzionali pubbliche.
I giornalisti che seguono la celebrazione per conto di testate giornalistiche non potranno trovare posto sulla tribuna riservata ai cine-foto-operatori e, pertanto, sono pregati di rivolgersi agli addetti al cerimoniale i quali indicheranno loro il posto loro riservato nella navata centrale del Duomo. Al termine della Celebrazione Eucaristica e dopo l’auspicata liquefazione prodigiosa del Sangue del Santo, il Cardinale Arcivescovo percorrerà la navata centrale portandosi all’esterno della Cattedrale, per esporre ai fedeli e alla Città le ampolle con il Sangue. Prima, durante e dopo questa processione, non sarà consentito né ai giornalisti né ai foto-cineoperatori di seguire il corteo nella navata centrale, onde preservare il carattere strettamente liturgico del rito.
Si fa presente che la celebrazione sarà trasmessa in diretta televisiva e in streaming, grazie alla cortese disponibilità della emittente televisiva Canale 21, in sinergia con MariaTv Provider Streaming di Beinette/Cuneo, che permetterà un’ampia diffusione in tutto il mondo via web, sul canale dedicato all’evento. L’evento potrà essere seguito sul portale dell’Arcidiocesi
www.chiesadinapoli.it.
 
 
stampa