«Colui che dà origine alla fede»

Lettera del Cardinale per il Corpus Domini a Parroci, Sacerdoti, Diaconi, Religiosi,Religiose, Gruppi, Movimenti, Associazioni, Arciconfraternite

Carissimi fratelli e sorelle, nell’Anno della Fede siamo chiamati a fissare lo sguardo su Gesù Cristo, «Colui che dà origine alla fede e la porta a compimento» (Eb 12, 2).
L’Anno della Fede è un’occasione propizia per intensificare la celebrazione della fede nella liturgia, e in particolare nell’Eucaristia, che è «il culmine verso cui tende l’azione della Chiesa e insieme la fonte da cui promana tutta la sua energia» (Porta Fidei, 9).
Invito tutta la comunità diocesana a professare pubblicamente la fede nella Presenza reale del Signore Crocifisso – Risorto nella divina Eucaristia, ritrovandoci, domenica 2 giugno, Solennità del Santissimo Corpo e Sangue del Signore, alla Villa Comunale di Napoli, per partecipare alla Concelebrazione e Processione Eucaristica da me presiedute.
Sarà questo l’evento caratterizzante l’Anno della Fede della nostra Comunità Diocesana, che vede riunita attorno al Vescovo l’assemblea liturgica plenaria, epifania della Chiesa.
A tutti ricordo l’insegnamento della Costituzione Liturgica: «Tutti devono dare la più grande importanza alla vita liturgica della Diocesi, che si svolge attorno al Vescovo, convinti che la principale manifestazione della Chiesa si ha nella partecipazione piena e attiva di tutto il popolo santo di Dio, soprattutto alla medesima Eucaristia, cui presiede il Vescovo circondato dai suoi sacerdoti e ministri» (SC, 41).
Per prepararci degnamente all’evento, con la preghiera e la Parola di Dio, suggerisco che giovedì 23 maggio sia una giornata eucaristica diocesana, da tenersi in tutte le Comunità della Diocesi secondo modalità proprie.
Prego la Comunità Diocesana di attenersi alle indicazioni comunicate dal Gruppo di lavoro da me istituito per organizzare l’evento.
Tutti benedico nel Signore.+ Crescenzio Card. Sepe
Arcivescovo Metropolita di Napoli

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail