Giubileo per Napoli

-in allegato l'Omelia e il Discorso di chiusura del Cardinale Crescenzio Sepe

Cari fratelli e sorelle,
distinte Autorità civili e militari,
Abbiamo appena aperto la porta della nostra Cattedrale, che simboleggia le porte di tutte le nostre chiese diffuse sul territorio diocesano, e siamo venuti in pellegrinaggio in questa grande piazza del Plebiscito, cuore della nostra città, per l’atto finale della chiusura ufficiale del Giubileo speciale per Napoli, ma anche per iniziare un nuovo cammino di speranza, di solidarietà e di collaborazione responsabile che dia al nostro popolo il coraggio e l’entusiasmo di realizzare un profondo cambiamento civile, culturale e religioso.
Ringrazio il Signore che ci ha diretti e accompagnati, giorno dopo giorno, in questo cammino che continuerà a segnare i nostri passi anche nei prossimi anni.
Il nostro sentito ringraziamento va anche a quanti, uomini e donne di buona volontà, hanno aderito con gioia all’invito di mettere in comune le proprie forze per rispondere alle numerose sfide che dobbiamo affrontare e dare risposte concrete ed efficaci per il raggiungimento di quel bene comune, che è il fine al quale deve tendere ogni azione sociale, politica, economica e religiosa.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail