Giubileo per Napoli – Apertura di Porta Nolana

Lunedì 5 dicembre - Raduno in Piazza Carmine ore 17.30

Lunedì 5 dicembre il Cardinale Crescenzio Sepe aprirà Porta Nolana, l’ultima porta Giubilare, dedicata al commercio e ai mestieri. L’Arcivescovo arriverà in Piazza del Carmine, dove è previsto il raduno dei cittadini e dei fedeli, alle ore 17.30. Dopo aver visitato la Mensa dei poveri dei Padri Carmelitani e il Presepe allestito nella sala Masaniello del chiostro del Carmine realizzato dai detenuti del carcere di Poggioreale, farà il suo ingresso in Basilica, accolto dal servizio di accoglienza curato dalle alunne dell’Istituto Professionale di Stato Isabella d’Este e dai canti del Coro e dell’Orchestra degli alunni dell’Istituto Comprensivo “Campo del Moricino”.
Seguiranno alcuni interventi: l’indirizzo di saluto di P. Alfredo Di Cerbo, Priore del Convento dei Padri Carmelitani; il saluto del sig. Claudio Pellone presidente del Consorzio Antiche Botteghe Tessili, in rappresentanza dei commercianti del territorio; il discorso del Presidente della Camera di Commercio dott. Maurizio Maddaloni, il quale aprirà l’offerta dei doni con un regalo che sarà utilizzato per l’asta di beneficenza.
Poi il Comitato dei commercianti offrirà alcuni prodotti tipici del territorio per la mensa dei poveri e durante il gesto ci sarà la lettura del testo di un  canto popolare napoletano (tratto dal Masaniello: “Madonna de lu Carmene”), eseguita dal Maestro Peppe Barra, cui seguirà una breve spiegazione dell’opera presepiale e la recita della poesia “O’ miercurì d’a’ Madonna ‘o Carmine” (M° Peppe Barra).
Al termine verrà avviata la fiaccolata che percorrerà piazza Carmine, via Lavinaio, via Santi Quaranta, via Cesare Carmignano fino a raggiungere Piazza Nolana. La fiaccolata sarà accompagnata da figuranti che rappresentano alcune scene del presepe vivente e da quattro zampognari. I figuranti porteranno dodici torce sul lato destro del corteo e dodici sul lato sinistro. In piazza Nolana 60 persone della Parrocchia di Santo Strato a Posillipo eseguiranno una rappresentazione del presepe vivente con la scena delle Lavandaie e dei pescatori, mentre il Coro eseguirà il canto “Quante nascette Ninno” di Sant’Alfonso Maria de’ Liguori. Dopo il discorso conclusivo, il Cardinale Arcivescovo aprirà Porta Nolana. La manifestazione si concluderà con uno spettacolo pirotecnico.

condividi su