Il Cardinale Sepe da New York precisa

“Non c’è nessuna assoluzione”

Dopo che alcuni organi di informazione gli avevano attribuito espressioni non dette, dando una interpretazione impropria ad una sua considerazione di carattere generale riferita al bene e al male che si può trovare in ogni persona umana, l’Arcivescovo di Napoli ieri ha precisato che “Non c’è nessuna assoluzione. Neanche io riesco ad assolvere i miei peccati, figuriamoci quelli degli altri.” Ha poi aggiunto: “Sono venuto a New York non per parlare di Silvio Berlusconi, ma per parlare di Napoli.”

 
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail