Liberiamo la speranza

Giornata di Preghiera per i Carcerati

Domenica 9 marzo, la Chiesa di Napoli, celebra la Giornata di Preghiera per i Carcerati che coincide con la prima Stazione Quaresimale. Il Cardinale Crescenzio Sepe arriverà alle ore 17.45 alla Parrocchia S.Carlo Borromeo del Centro Direzionale da dove partirà la processione fino alla Parrocchia Santa Maria del Buon Cammino in via Foggia 52.
L’Arcivescovo presiederà la Celebrazione Eucaristica alla quale prenderà parte anche il Delegato Diocesano per la Pastorale Carceraria don Franco Esposito. Presente un gruppo di detenuti e le loro famiglie, con i quali, il Cardinale Sepe si intratterrà al termine della Messa.
 
Nel corso della Celebrazione verrà elevata al Signore questa preghiera:

Preghiera dei fedeli
Celebrante
Il Signore Gesù ci ha esortato a visitare i carcerati. Egli stesso è stato detenuto, schernito, giudicato, condannato.
Affidiamo a lui, che conosce il cuore di tutti, le pene e le speranze dei carcerati e delle loro famiglie.
Salga al Padre della vita la preghiera unanime, sentita e corale, di questa assemblea.

Preghiamo insieme e diciamo:
Rendici uomini liberi

Per la Chiesa, affinché, mediante i suoi pastori, annunci la giustizia nella misericordia, con la stessa benevolenza di Gesù che non è venuto a salvare i giusti ma i peccatori.
Rendici uomini liberi

Ti chiediamo perdono per tutte le volte che non abbiamo pregato per i nostri fratelli carcerati, per noi e per loro ti chiediamo un cuore libero, una coscienza tranquilla e rinnovata, una speranza per un domani di pace.
Rendici uomini liberi

Aiutaci, o Signore, a promuovere la giustizia, a proclamare la verità con misericordia, a testimoniare l’amore sempre, soprattutto quando questo ci è difficile.
Insegnaci a non puntare mai il dito accusatorio, ma ad offrire sempre la mano della solidarietà e del perdono.
Rendici uomini liberi

Ti preghiamo per tutte le vittime della violenza e della delinquenza, libera il loro cuore da ogni forma di odio o di rancore, dona tu la pace dove per colpa della cattiveria umana è stata ferita.
Rendici uomini liberi

Ti affidiamo tutti coloro che, a vario titolo, operano nelle strutture carcerarie, rendi forte la loro fede, affinché, guardando i detenuti con gli occhi dello Spirito, scoprano, al di là di ogni apparenza, la tua presenza che invoca comprensione, sostegno, benevolenza.
Rendici uomini liberi

Per tutti gli uomini e le donne che sono detenuti nelle carceri, specialmente per quelli che vivono in situazioni peggiori delle nostre o attendono nel braccio della morte la fine della loro esistenza.
Possano godere tutti di condizioni degne di persone umane per riscattare la loro vita, e sia abolita in tutto il mondo la pena di morte, castigo indegno, ancora in vigore in alcuni Paesi.
Rendici uomini liberi

O Signore, Padre di tutti gli uomini, che anche oggi hai fatto sorgere il sole sopra i buoni e sopra i cattivi, noi non siamo capaci di amare e perdonare; donaci lo Spirito di riconciliazione perché possiamo offrirti con verità e sincerità questa offerta: Cristo Signore, che vive e regna con te nei secoli dei secoli.
Amen.
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail