Solidali oltre la crisi – Serata di beneficenza per l’infanzia di Napoli

-in allegato le foto dei doni

Tutto pronto per l’attesa Serata della Solidarietà, all’ Auditorium Rai di Napoli oggi, alle ore 19.30 con l’asta di beneficenza per realizzare progetti in favore dell’infanzia ospedalizzata di Napoli.
Rispetto a questo evento, entrato ormai nel calendario delle manifestazioni natalizie, non si è fermata la solidarietà dei napoletani che hanno continuato a offrire  doni da mettere all’asta. Un prezioso anello in oro bianco, un centrotavola in ceramica di Capodimonte, un’antichissima xilografia raffigurante il Vesuvio del 1700, un presepe di Ferrigno, che si aggiungono ai doni delle Istituzioni: dal presidente della Rai Tarantola, la torcia dei Giochi olimpici invernali di Torino 2006 e due cofanetti con xilografie di Chagall e di Balla; dal governatore Caldoro un orologio Casablanca Muller; dal presidente della Provincia Pentagelo un volume di Lucio Fino; dal sindaco De Magistris un busto di San Gennaro di Lello Esposito. Il Cardinale Sepe ha donato, invece, un anello con topazio, un orologio d’oro Seiko e una prestigiosa Croce pettorale d’oro.
Il premier Mario Monti ha donato una stella di madreperla con presepe proveniente dalla terra Santa e una icona della maternità proveniente dalla Russia. Il presidente Napolitano ha fatto pervenire dal Quirinale un’acquaforte !”Città di Recanati”, un tappeto in seta proveniente dall’Afghanistan, due lampade da tavola in filigrana d’argento, due servizi in cristalli con bicchieri, calici e bottiglie e una meravigliosa scacchiera, pezzo raro, prodotta in occasione del 150 anni dell’unità d’Italia. Il Santo Padre Benedetto XVI ha donato una riproduzione della Madonna di Lippi, una particolare icona bizantina su tronco, un delicatissimo vaso in vetro rivestito con foglia d’oro e smalto e un presepe in madreperla di Betlemme.
Tutto pronto, dunque, all’Auditorium della Rai, che sensibilmente e generosamente ha aperto alla Città e alla solidarietà le porte del Centro di Produzione diretto da Francesco Pinto, confermando la vocazione sociale dell’Azienda radiotelevisiva, per la serata vissuta all’insegna della napoletanità e della generosità, grazie a Nino D’Angelo e Lino D’Angiò, i quali, con grande entusiasmo e spirito altruistico, si sono resi disponibili per animare lo spettacolo e la contestuale asta di beneficenza. Per l’occasione, Nino D’Angelo “canterà” Sergio Bruni, mentre Lino D’Angiò farà anche da “battitore” nella proposta degli oggetti posti a base dell’asta.
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail