Tragedia in Irpinia

Lettera del Cardinale Sepe al Vescovo di Pozzuoli monsignor Gennaro Pascarella

Cara Eccellenza,in  questo momento di grande tristezza e profondo dolore per la grave tragedia che, in terra irpina, ha colpito pellegrini di Pozzuoli, determinando la morte di tanti innocenti, a nome mio personale e della Chiesa di Napoli sento di esprimere a Vostra Eccellenza e all’intera Diocesi di Pozzuoli, alle famiglie colpite, al Sindaco e a tutta la comunità cittadina la vicinanza, la solidarietà e la condivisione del lutto e della sofferenza. Mentre si affollano tanti interrogativi sul perché del grave incidente, soltanto la preghiera e la fede possono aiutarci a comprendere quanto imperscrutabili siano i disegni divini, facendoci accettare sciagure immani, come questa che ha colpito persone buone che avevano scelto di dedicare una giornata di riposo e di vacanza al culto devozionale e alla visita a luoghi sacri.
La Chiesa di Napoli, attraverso la Caritas diocesana, non mancherà di far sentire il calore e la concretezza di gesti solidali, potendo contare anche sulla generosità dei fedeli e dei napoletani, testimoniata sempre negli eventi più drammatici.
Ricorderemo nella celebrazione della Santa Messa le tante vittime, i feriti e le loro famiglie, invocando la misericordia e la protezione di Dio, perché ricolmi tutti del suo grande amore di Padre, sostenendoli in sì dura prova e ripagandoli dell’atroce sofferenza con la grazia divina. Napoli, 29 luglio 2013

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail