Veglia di preghiera in Cattedrale in attesa di Francesco

12 Marzo 2015

Come è noto, tutta la Chiesa di Napoli da tempo si sta preparando all’incontro con Papa Francesco il 21 marzo prossimo, con incontri di riflessione e di preghiera, nelle parrocchie, nelle comunità religiose e all’interno dei movimenti ecclesiali.

In particolare, organizzata dai Vescovi Ausiliari mons. Lucio Lemmo, Mons. Gennaro Acampa e Mons. Salvatore Angerami, domani giovedì 12 marzo, alle ore 19, nella Chiesa Cattedrale, si terrà una VEGLIA DI PREGHIERA,  presieduta dal Cardinale Crescenzio Sepe.

Durante la Veglia un rappresentante di ogni Decanato (sono 13 nella Diocesi) porterà all’altare la lampada già affidata alle singole comunità per gli incontri decanali di preghiera.A ScampiaTutte le parrocchie dell’ottavo Decanato, guidato da don Francesco Minervino, per venerdì 13 marzo, ore 17.00, hanno organizzato la VIA CARITATIS con  un primo raduno dell’intera comunità presso la Stazione della Metropolitana di Piscinola-Scampia, volantinaggio con i giovani e un altro raduno alle ore 18.30 in via Labriola (Sette Palazzi) da dove partirà la processione verso  piazza Giovanni Paolo II, dove, alle ore 19.00, verrà celebrata appunto la Via Caritatis, commentando le sette opere di misericordia corporale. E giovedì 19 marzo,  poi,  in tutte le parrocchie dello stesso Decanato si pregherà per il Papa.Lettera a Francesco“Napoli, lettera a Francesco” o, meglio, sedici lettere per raccontare una città ed il suo popolo alla vigilia della Visita Pastorale a Napoli, di Papa Bergoglio, sabato 21 marzo.Un libro, edito da Guidaeditrice e firmato da Massimo Enrico Milone, napoletano, responsabile di Rai Vaticano,che registra i contributi e le riflessioni di Andrea Ballabio, Mirella Barracco, Francesco Paolo Casavola, Antonio Colasanto, Lucio D’Alessandro, Luca De Filippo , Aurelio De Laurentis, Erri De Luca, Giuseppe Galasso, Maurizio Maddaloni, Maurizio Marinella, Aldo Masullo, Marco Salvatore, Giuseppe Tesauro, Fulvio Tessitore.Progetti, timori, speranze, futuro, nel volume “Napoli, lettera a Francesco” , nel quale vi sono  anche una intervista al Cardinale Crescenzio Sepe, Arcivescovo di Napoli e, tra i documenti, i discorsi, a Napoli, di Giovanni Paolo II e Benedetto XVI.Sarà presentato sabato 14 marzo alle 11.30, al Museo Diocesano di Largo Donnaregina, con l’intervento dello storico prof. Andrea Riccardi, fondatore della Comunità di S. Egidio, dell’Autore, di Diego Guida Editore e del Cardinale Crescenzio Sepe. Coordina l’incontro Antonello Perillo, Capo della Redazione Giornalistica di Rai Campania.NELLE PIAZZE
La Consulta delle Aggregazioni Laicali della Diocesi, guidata dal Vicario Episcopale mons. Mario Cinti e dalla prof. Maria Pia Condurro Mauro,  in sinergia con alcune scuole, in questi due ultimi fine settimana (resta ora soltanto il prossimo) prima dell’arrivo del Papa, é impegnata ad annunciare la venuta di Francesco, animando circa settanta piazze e strade della città, con l’obiettivo di sensibilizzare i cittadini all’incontro, ma soprattutto, per sollecitare una riflessione personale sul significato del grande evento. 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail