Volontari per la Caritas

Binario della Solidarietà

Il “Binario della Solidarietà” ( via Taddeo da Sessa, 93), una delle opere segno della Chiesa di Napoli, compie 20 anni. In questo arco di tempo, grazie all’impegno di tanti volontari, questa struttura dispensatrice di amore e di solidarietà è diventata  testimonianza viva di carità.

Purtroppo, in 20 anni, lo scenario delle povertà è profondamente cambiato: i senza dimora non sono più i classici clochard ma persone come noi, rimaste senza lavoro, reddito, casa, famiglia, punti di riferimento significativi. Si tratta di giovani, persone sole con redditi irrisori, padri separati, donne abusate, migranti, tutti soggetti anche di livello culturale elevato. 

Il “Binario”, di fatto, ha alimentato la cultura dell’incontro tra le diverse componenti sociali delle comunità territoriali e dello stare insieme, in maniera da fare della struttura di accoglienza non solo semplice erogazione di un servizio sociale, ma un luogo di relazione e di condivisione. E per questo la Caritas rivolge un grande grazie alle Comunità Parrocchiali ed ai volontari dell’Associazione AFEPAT (ferrovieri in pensione) che curano anche la manutenzione del centro.Si è detto dei cambiamenti in atto nella società, ma occorre aggiungere che ai cambiamenti corrisponde la necessità di risposte, atteggiamenti, relazioni e strumenti educativi sempre più adeguati ai nuovi bisogni di cui gli ospiti sono portatori.A tal fine la Caritas di Napoli ha pensato ad un percorso di formazione che si realizzerà con l’inizio del prossimo Anno Pastorale, finalizzato a definire ed esaltare l’identità del volontariato caritativo, a favorire uno scambio di esperienze e strumenti di animazione, ad arricchire le conoscenze operative attraverso il confronto con esperti.Un appello sentito, pertanto, il direttore della Caritas, don Enzo Cozzolino, ha rivolto ai Parroci perché sensibilizzino e segnalino nuovi volontari, per animare e rendere sempre più accogliente  il servizio offerto dal “Binario”, struttura che è aperta sempre, 365 giorni l’anno. D’altra parte, il servizio di mensa, sottolinea don Cozzolino, non è una semplice distribuzione di cibo, ma è relazione umana che richiede sostegno, accompagnamento e condivisione. 
Intanto, a chiusura  dell’Anno Pastorale 2014/2015 e in preparazione alle attività che partiranno il 14 settembre prossimo il direttore don Enzo Cozzolino ha convocato il Plenum Caritas  per mercoledì 1 luglio,  con inizio alle ore 9.30,  presso  il Salone della sede Caritas di Via Trinchera n°7 (nelle adiacenze di largo Donnaregina), al quale prenderà parte il Vescovo Ausiliare di Napoli, mons. Gennaro Acampa. 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail