“SIGNORE, FA DI NOI STRUMENTI DELLA TUA PACE”

Preghiera di Natale 2023
19-12-2023

“Signore, fa di noi strumenti della tua pace:
ara il terreno bellicoso delle nostre esistenze,
rimuovi le pietre dell’odio, dell’orgoglio, della prevaricazione,
affinché tra le zolle della fraternità ritrovata,
si innalzi luminoso e fecondo il mandorlo
dell’unità e della concordia,
i cui fiori segnano la primavera del tuo Regno che viene.

Dov’è dubbio fa’ che portiamo la fede,
condividendo la fiducia in Te,
nel tuo amore che custodisce, cura, ama,
testimoniando la bellezza di seguirti sul serio,
senza troppi orpelli e fardelli,
facendo del tuo Vangelo “sine glossa”
la bussola che orienta ogni passo,
la fiammella che tiene accesa la speranza,
il balsamo che risana ogni ferita.

Dove è l’errore, che portiamo la verità,
senza l’arroganza di sapere tutto,
senza lo sguardo giudicante di chi si crede perfetto,
ma con il passo di chi si mette accanto e cammina insieme,
con l’umiltà di chi ha sperimentato sulla propria carne
l’errore del cuore, il desiderio di un senso,
la ricerca inquieta del significato,
fino a trovarlo in Te, Amore sorgivo, senso di ogni cosa.

Dove è la disperazione, che portiamo la speranza,
illuminando con la nostra solidarietà le notti dei piccoli e dei poveri,
accarezzando con la nostra tenerezza la vita di chi fa più fatica,
riempiendo con la nostra vicinanza la solitudine
di chi sente di valere poco agli occhi degli uomini
mentre ha un valore infinito agli occhi Tuoi,
Amore fatto carne, amico degli ultimi e dei marginali!

Dove è tristezza, che portiamo la gioia,
dove sono le tenebre, che portiamo la luce,
insegnando a scorgere anche nella notte più oscura
i segnali luminosi della tua Presenza,
condividendo con tutti l’arte sacra di saper trovare,
anche nei momenti più difficili,
un motivo per gioire e ringraziare,
imparando a danzare la vita sempre
e senza timore!

Oh! Maestro, fa che la nostra Chiesa non cerchi tanto
di essere compresa, quanto di comprendere;
di essere amata, quanto di amare,
affinché ogni donna e ogni uomo
possano sperimentare grazie al suo annuncio:
che è solo dando, che si riceve.
Perdonando che si è perdonati.
Morendo che si risuscita a Vita Eterna.

Amen”

FacebooktwitterredditpinterestlinkedinmailFacebooktwitterredditpinterestlinkedinmail